Bere una tazza di caffè al giorno durante la gravidanza è sicuro

Diverse indagini hanno messo in luce il rischio del consumo di caffeina durante la gravidanza. È collegato al rischio di aborto e parto pretermine, tuttavia una revisione dell'American College of Obstetricians and Gynecologists ha dimostrato che consumare una tazza di caffè al giorno durante la gravidanza è sicuro.

Consumo moderato di caffeina, circa 200 milligrammi al giorno, non contribuisce in modo significativo a causare aborti o nascite pretermine, in quanto hanno potuto trarre conclusioni dagli studi effettuati.

Questa misura è approssimativamente equivalente alla caffeina che contiene una tazza di caffè da 350 millilitri. Ma la caffeina non si trova solo nel caffè. È anche l'equivalente di bere quattro tazze di tè da 240 millilitri, più di cinque lattine di soda da 350 ml al giorno o mangiare sei o sette barrette di cioccolato fondente.

La dose massima di 200 milligrammi al giorno è quella raccomandata da numerosi studi, alcuni dei quali abbiamo fatto riferimento nel blog. Abbiamo anche parlato di qualcuno che crede che il caffè aumenti il ​​rischio di aborto, anche se preso con moderazione.

Tuttavia, la ricerca a favore del consumo moderato è abbastanza precisa in termini di quantità e tutti concordano sul fatto che il superamento di questa misura raccomandata sarebbe correlato ad un aumentato rischio di aborto e parto prematuro, poiché la caffeina attraversa la placenta che colpisce lo sviluppo del bambino in gestazione.

Tuttavia, ci sono donne incinte che non riescono a rinunciare alle loro tazze di caffè, sebbene il loro consumo superi quello raccomandato. La cosa consigliabile è almeno ridurre il consumo giornaliero a una tazza di caffè al giorno.