Il fallimento del Codice sostitutivo del latte materno

La rivista "Archives of Disease in Childhood" pubblica un articolo molto interessante del professor Stewart Forsyth, un pediatra scozzese, che analizza a fondo la storia e il fallimento del Codice sostitutivo del latte materno.

La pubblicazione del Codice nel 1981 avrebbe dovuto migliorare l'alimentazione di bambini e neonati in tutto il mondo, promuovendo l'allattamento al seno e controllando le campagne abusive o ingannevoli dei produttori di latte artificiale, che, negli anni precedenti, avevano è stato realizzato che, nella mentalità collettiva e nelle consultazioni mediche, il latte artificiale è stato imposto normalmente e le tecniche e i vantaggi dell'allattamento al seno naturale erano sconosciuti.

Da allora l'applicazione di questo codice che dovrebbe controllare gli eccessi della pubblicità diretta e indiretta È stato un fallimento e una continua fonte di conflitti, avendo fallito nel suo obiettivo di garantire che il latte artificiale non competesse con il miglior cibo per neonati e bambini.

Se l'OMS ha avvertito alcuni giorni fa che un milione e mezzo di vite di bambini sotto i cinque anni potrebbero essere salvate se un numero adeguato di loro fosse in grado di ricevere l'allattamento al seno dalla prima ora di vita, esclusivamente latte materno per sei mesi e continuano a succhiare per almeno due anni ricevendo un'adeguata alimentazione complementare è che qualcosa sta fallendo e sta fallendo molto seriamente. E questa sentenza uccide 1,5 milioni di bambini ogni anno.

pubblicità

Nei paesi più sviluppati, sebbene non sia consentito pubblicizzare apertamente il latte di avviamento, esiste ancora una grande permissività con la pubblicità diretta del latte di proseguimento, che promette tutti i tipi di benefici non dimostrabili, con la pubblicità indiretta attraverso doni o campagne e con l'uso di immagini e messaggi troppo promettenti. Continuano a confermare che i campioni di latte vengono dati in consultazioni pediatriche.

Ogni anno vengono scoperte molte violazioni del Codice da associazioni come Baby Milk Action, che denuncia l'etichettatura e la promozione di questi prodotti. Sulla loro pagina vengono raccolti campagne per allertare i consumatori e indurre i produttori a comportarsi come firmato.

Lo credo davvero il latte artificiale è qualcosa di molto prezioso, che dà vita ai bambini che non possono essere allattati al seno e che sarebbe necessario un maggiore controllo su pubblicità, consulenza, distribuzione e vendita per garantire loro la migliore alimentazione possibile.

Sebbene il problema influenzi anche i paesi più sviluppati, poiché l'allattamento al seno ha anche un effetto protettivo su molte malattie, nei paesi meno favoriti il ​​problema è considerevolmente più grave. L'uso e l'abuso del latte artificiale e le violazioni del codice da parte di produttori e produttori hanno effetti devastanti.

Emergenze, conflitti, mancanza di accesso all'acqua potabile, igiene e risorse rendono il latte artificiale destinato ai bambini dei paesi svantaggiati una vera condanna della malnutrizione e delle malattie. Normalmente il latte non può essere somministrato con garanzie igieniche e le madri finiscono rapidamente a seconda di esso una volta introdotto, il che provoca una totale dipendenza dal prodotto per la sopravvivenza del bambino, il che non è sempre possibile a causa della mancanza di risorse. Inoltre, più debole è il sistema di controllo nel paese, più facile è saltare il codice, distribuire latte o pubblicizzarlo in un modo che può essere fuorviante.

Organizzazioni di protezione della salute come l'UNICEF e l'OMS avvertono quando ci sono emergenze di quanto sia importante non distribuire latte in polvere, poiché finisce per creare un problema maggiore di quello che si pensa sia risolto. Ecco perché è stato richiesto il massimo controllo dei prodotti lattiero-caseari nelle recenti emergenze come quelle di Gaza e Haiti.

È noto che il latte materno è il migliore per i bambini e si sentono voci che indicherebbero che forse il latte artificiale dovrebbe essere considerato un medicinale per aumentare il controllo sulla sua pubblicità e distribuzione, garantendo tutto il necessario aiuto alle madri in modo che possano dare latte materno ai propri figli e per questo, i bambini che devono bere latte artificiale, farlo con maggiori misure di controllo e, soprattutto, non trasformare qualcosa di così importante come la loro corretta alimentazione in un problema di marketing.

Sfortunatamente, ogni anno riecheggiamo casi in cui il latte commercializzato artificialmente non è adeguato, è contaminato o di scarsa qualità, casi che, sebbene scarsi, possono rappresentare un serio problema di salute per un bambino. Il più grave ha provocato recentemente diversi decessi in Cina, ma il problema è che i casi continuano a verificarsi, sebbene siano meno pericolosi, come è accaduto in Argentina lo scorso autunno.

Il punto è che, inoltre, con l'applicazione del Codice dei sostituti non stiamo solo parlando di un aumento dei tassi di allattamento, ma anche di proteggere i bambini che bevono latte artificiale, garantendo che le informazioni ricevute dai genitori e dagli operatori sanitari siano reali e veritiere. I messaggi pubblicitari non possono contenere mezze verità o promesse perché è una questione di salute vitale per i bambini, non un cioccolato. L'alimentazione dei bambini è qualcosa di estremamente serio e tutti, che abbiano latte materno o artificiale, hanno il diritto di essere protetti dalla pubblicità aggressiva o fuorviante.

Secondo il dottor Forsyth, l'obiettivo non è stato quello di garantire che il Codice fosse effettivamente rispettato nonostante il fatto che l'OMS e l'UNICEF lavorassero per la sua redazione e fossero interessati alla sua conformità.

Gli 11 articoli del Codice rappresentano una raccomandazione che affronta questioni di pubblicità, divertimento, informazione ed etichettatura, ma è stato un fallimento clamoroso e non ha servito al suo scopo, per raggiungere la collaborazione dei produttori di latte artificiale per migliorare la nutrizione dei bambini del mondo

Quando il Codice sostitutivo del latte materno si sperava che sarebbe stato un modo per raggiungere accordi e collaborazione reciproca tra i produttori di latte artificiale e le organizzazioni internazionali che garantissero la salute dei bambini nel mondo, l'UNICEF e l'OMS, ma non è stato così. Inoltre, poiché la conformità non è una legge obbligatoria, ma una raccomandazione è molto complicata per garantire che non vengano cercati trucchi per aggirarlo o ignorarlo.

L'idea del professor Forsyth è che il Codice deve essere applicato, ma soprattutto deve essere raggiunto che gli agenti coinvolti contribuiscono consapevolmente, senza cercare scuse o interpretazioni lassiste, al suo adempimento, quindi, e non è qualcosa senza importanza o che dovrebbe pesare più di interessi commerciali, la vita di milioni di bambini può dipendere, in parte, da questo. Solo in questo modo si può dire che il Il codice sostitutivo del latte materno non sarà più un fallimento.

Video: Our Miss Brooks: Cow in the Closet Returns to School Abolish Football Bartering (Dicembre 2019).